Promuovi la tua attività sul web con una pagina Facebook aziendale

Promuovi la tua attività sul web con una pagina Facebook aziendale

Vuoi aprire una pagina Facebook aziendale ma non sai da dove cominciare?

Niente paura: in questa guida ti mostrerò i passaggi fondamentali per creare una pagina Facebook aziendale di successo e alcuni trucchi per gestirla al meglio e aumentare il coinvolgimento degli utenti.

Perché Facebook?

Se vuoi pubblicizzare la tua attività sul web ma non hai molto budget a disposizione, Facebook è il modo migliore per iniziare: è il social network più utilizzato e questo ti permette di raggiungere centinaia di migliaia di clienti in tutto il mondo. Inoltre, l’iscrizione è gratuita e il servizio di sponsorizzate (Facebook Ads) è alla portata di tutti.

Ma veniamo a noi.

Sicuramente ti sarai accorto che da qualche tempo a questa parte le pagine Facebook hanno subito un restyling grafico e la user experience è notevolmente cambiata.
Questo non ci cambia la vita, anche se probabilmente ci permetterà di giocare un po’ di più con la veste grafica della nostra pagina.

1) Scegliere la tipologia di pagina

La prima cosa da fare quando si crea una pagina Facebook è scegliere la tipologia.
Facebook mette a disposizione varie tipologie di pagine in base al tipo di attività. Vediamole nel dettaglio:
– Impresa locale o luogo: indicata per chi gestisce un negozio, un circolo privato, un centro servizi, ecc;
– Azienda, organizzazione o istituzione: indicata per le grandi aziende, le organizzazioni o la pubblica amministrazione;
– Marchio o prodotto: indicata per la sponsorizzazione di prodotti e marchi (io ho scelto questa tipologia per la pagina di Professione Web Designer)
– Artista, gruppo musicale o personaggio pubblico: indicata per cantanti, musicisti, gruppi e via dicendo;
– Intrattenimento: indicata per programmi televisivi e radiofonici, eventi, squadre sportive, libri, film, musica, ecc;
– Causa o comunità: indicata per associazioni no profit ed eventi di natura sociale.

Nel caso di una piccola azienda o di un’attività locale (es. negozio di abbigliamento, negozio di fumetti, hotel, discoteca,..) ti consiglio la tipologia impresa locale o luogo: in questo modo avrai la possibilità di inserire i tuoi contatti – indirizzo e recapiti telefonici- che saranno visibili mediante una mappa interattiva nella tua pagina.

2) Nome della pagina Facebook e informazioni principali

La scelta del nome è molto importante: grazie a quello permetterai ai tuoi potenziali clienti di trovarti più facilmente durante le loro ricerche e renderà la tua pagina immediatamente riconoscibile.

Ecco alcuni consigli su come scegliere il nome per la tua pagina Facebook aziendale:
– Scegli un nome che sia immediatamente riconducibile al tipo di attività che hai (es. se hai un ristorante, chiamala Ristorante Pippo);
– Se hai un’attività locale e vuoi promuoverla nel tuo territorio, aggiungi la città (es. Ristorante Pippo Perugia);
– Cerca di utilizzare un nome semplice da ricordare, così che gli utenti possano tornare a trovarti con facilità.

Una volta creata la pagina, dovrai dedicarti alla compilazione delle informazioni principali e alla descrizione della pagina.
Questa parte è molto importante e non devi trascurarla: le informazioni di pagina sono il tuo biglietto da visita, descrivono la tua attività e permettono agli utenti di raggiungerla e di mettersi in contatto con te.
Le informazioni che puoi inserire sono: l’indirizzo del tuo sito web (che se non hai ti consiglio di fare subito), la tua email, i recapiti telefonici e una descrizione.
Il campo descrizione è fondamentale per far conoscere la tua attività: sfruttalo per descrivere la tua mission e la tua vision, cosa puoi offrire e perché gli altri dovrebbero scegliere te piuttosto che altri. Cerca di scrivere un maniera chiara e approfondita, utilizza le parole chiave ma non essere ripetitivo o noioso.
Un consiglio: immagina di stare dall’altra parte e dover leggere tutta questa roba. Arriveresti fino in fondo?

Da poco Facebook ha introdotto il @nomeutente: segui i consigli che ti ho dato per creare un nome utente efficiente, semplice da ricordare e geolocalizzato per permettere agli utenti di trovarti più facilmente.
Puoi modificare il tuo nome utente nella sezione Informazioni della Pagina.

3) Il layout della tua pagina Facebook

A questo punto la tua pagina è pubblicata ed è pronta per ospitare i primi followers, ma anche l’occhio vuole la sua parte.
Ogni pagina che si rispetti ha un’immagine di profilo e un’immagine di copertina ed anche questo passaggio è importante se vuoi che la tua pagina sembri professionale.

Ti sarai accorto che Facebook cambia il layout delle pagine alla velocità della luce, ma questo non deve spaventarti: con qualche dritta riuscirai a personalizzare la tua pagina senza problemi.

Immagine del profilo: l’immagine del profilo è quadrata ed ha una dimensione minima di 160x160px.
Per caricare la perfetta immagine di profilo, ti consiglio di caricare un’immagine un po’ più grande e in formato PNG, poiché mantiene molta più qualità rispetto al JPEG.

Immagine di copertina: le nuove dimensioni della cover di Facebook sono 828×315. Anche in questo caso il formato PNG è preferibile rispetto al JPEG, mentre per quanto riguarda le dimensioni puoi tirare un sospiro di sollievo: Facebook accetta ancora il formato 851x315px, anche se probabilmente perderai qualche pixel sopra e sotto.

[Tools] Se ti trovi in difficoltà con la realizzazione della cover, puoi utilizzare Canva: un tool online molto potente e versatile per la manipolazione delle immagini. Troverai già dei modelli pronti nei principali formati (Facebook, Twitter, ecc.), non dovrai far altro che scegliere il formato che preferisci, la foto di sfondo e il gioco è fatto!

La tua pagina sta prendendo forma, ma c’è ancora un’altra cosa che puoi fare: predisporre il pulsante di invito all’azione (call-to-action) che Facebook mette a disposizione per le proprie pagine.

Troverai il pulsante subito sotto l’immagine di copertina, configuralo affinché chiunque ci clicchi possa effettuare un’azione, come contattarti, iscriversi alla tua newsletter o più semplicemente visitare il tuo sito web.

Non ci crederai, ma c’è gente che quel pulsante lo clicca veramente: potrai controllare il livello di interazione in qualunque momento visitando nella sezione Insights della tua pagina.

cover pagina facebook

Esempio di personalizzazione della pagina Facebook aziendale.

Ora stiamo per entrare nel vivo, ma prima che ne dici di un bel Mi Piace?! 🙂

4) Pubblicizzare la pagina Facebook

A questo punto la tua pagina è pronta e puoi cominciare a pubblicizzarla.
Comincia con l’invitare tutti gli amici di Facebook che ritieni possano essere interessati alla tua attività. Se vuoi, puoi raggiungere tutti i tuoi contatti importandoli direttamente dalla rubrica della casella di posta: in questo caso, i tuoi contatti riceveranno per email l’invito a seguire la tua pagina Facebook aziendale.

Se la tua è un’attività di nicchia e pensi possa interessare solo a una specifica fetta di persone, puoi sfruttare la funzione Pubblico preferito della Pagina nella tab Impostazioni.
Attivando questa funzione, potrai scegliere la tipologia di persone a cui vuoi che la tua pagina sia maggiormente visibile impostando la fascia d’età, la posizione geografica, la lingua e gli interessi.

Consiglio: Facebook, ti aiuta nella scelta degli interessi mostrandoti il bacino di utenza per ogni singola parola chiave. Fai attenzione a quale scegli: alcuni interessi sono sottogruppi di altri e possiedono un bacino di utenza ristretto rispetto al gruppo di appartenenza.

5) Gestione applicazioni

Un’altra cosa che puoi fare per aumentare l’interazione con gli utenti e il movimento sulla tua pagina è sfruttare le applicazioni di Facebook.
Le applicazioni sono semplici da installare e configurare e permettono agli utenti di interagire con te e con la tua pagina, integrando delle funzionalità in più, come la newsletter, la board di Instagram e molto altro.

Per installare una nuova applicazione ti basta cercarla nella barra di ricerca in alto e scegliere su quale delle tue pagine vuoi installarla. Una volta installata, potrai gestirla nella sezione Impostazioni alla voce Applicazioni.

Qui troverai la lista di tutte le applicazioni installate; puoi personalizzare la tua applicazione cliccando su Modifica impostazioni e cambiare il nome e l’immagine di anteprima.
Le dimensioni per l’immagine di anteprima sono 111x74px, anche in questo caso ti consiglio il formato PNG (evidentemente Facebook ce l’ha un po’ con i JPEG!).

Come ti dicevo, le applicazioni sono molto utili per integrare nuove funzionalità sulla tua pagina: attraverso le applicazioni, puoi permettere agli utenti di iscriversi alla tua newsletter o di vedere le tue foto di Instagram direttamente nella tua pagina, senza chiedere loro di uscire da Facebook, poiché avranno tutto a portata di click!

Nella nuova versione, le applicazioni installate compaiono nella colonna destra: se vuoi dare risalto a un’applicazione piuttosto che a un’altra, puoi gestire l’ordinamento cliccando su Gestisci tab nella colonna sinistra subito sotto l’immagine del profilo.

applicazioni pagine facebook

Come aggiungere un’applicazione su una pagina Facebook

6) Gestire la pagina Facebook

Ora viene la parte difficile: aumentare il coinvolgimento degli utenti nelle pagine Facebook aziendali ed aumentare il numero dei “Mi piace”.

Ci sono dei modi per far sì che la tua pagina cresca in (relativamente) poco tempo, ma se pensi di aumentare il numero di “Mi piace” in una settimana puoi metterti l’anima in pace: nella stragrande maggioranza dei casi non è possibile.

Se vuoi aumentare il numero di follower devi per prima cosa metterti in testa una cosa: il coinvolgimento è tutto.
Se i pochi follower che hai non sono reattivi, non mettono “Mi piace” ai tuoi post, non condividono e non lasciano commenti, hai poche possibilità di raggiungere altri utenti.

Ricorda sempre che il principale motore di Facebook è il passaparola: l’unico modo che hai per far conoscere la tua pagina in maniera organica è far sì che i tuoi follower condividano i tuoi contenuti. Nel momento in cui un tuo follower condivide un contenuto nella sua bacheca, in un gruppo o in una pagina che segue, lo rende visibile a tutti i suoi amici e rispettivi followers, permettendoti di arrivare tu da solo non riusciresti.
Ma come creare un contenuto condivisibile?! Ecco un paio di trucchi che puoi utilizzare:
Utilizza delle belle immagini, magari accompagnate da una foto; le persone adorano condividere citazioni ed aforismi;
– Facebook tende a mostrare più facilmente i video caricati piuttosto che quelli condivisi da YouTube, tienine conto quando dovrai convididere un tuo video;
– Se vuoi aumentare il traffico sul tuo sito o invogliare al click, pubblica un’immagine “cliccabile” e inserisci il link nella descrizione così da invogliare gli utenti all’interazione;
– Cerca di essere costante, soprattutto all’inizio; programma almeno un paio di post al giorno tutti i giorni in diverse fasce orari, così da raggiungere il più alto numero di utenti possibile;
– Sfrutta la funzione di programmazione dei post o uno strumento esterno, come ad esempio Hootsuite; prenditi un paio d’ore per programmare tutti i post della settimana, risparmierai un sacco di tempo;
– Raggiungi gli utenti di tutto il mondo pubblicando i tuoi post in diverse lingue; clicca sul simbolo del mappamondo accanto al pulsante Pubblica e scegli un Paese o una lingua di riferimento per rendere il tuo post visibile solo a quel target specifico;
– Aumenta il coinvolgimento degli utenti rispondendo ai commenti e ai messaggi nel più breve tempo possibile, le persone amano essere ascoltate e messe al centro dell’attenzione!

Consiglio: definisci i tuoi utenti tipo e pensa a quali contenuti potresti condividere con loro.
I tuoi utenti non sono tutti uguali, perciò è importante che anche i contenuti che condividi siano eterogenei e tocchino gli interessi di tutte e tutti.
Qual è il tuo target di riferimento? Rifletti sull’età degli utenti a cui ti rivolgi, sulle loro abitudini e su ciò che gli piace e cerca di creare contenuti personalizzati.
Immagina di rivolgerti e di parlare a ciascuno di loro: la tua comunicazione cambierà radicalmente!

7) Insights: le statistiche di Facebook

Per misurare l’andamento delle pagine, Facebook mette a disposizione gli Insights, uno strumento di monitoraggio molto potente che permette di visualizzare le statistiche di visite e interazioni.
Gli insights di Facebook sono molto dettagliati e ti permetteranno di studiare la tua audience in maniera relativamente approfondita: grazie agli strumenti di monitoraggio potrai individuare l’età e il sesso dei tuoi utenti, i loro interessi, i post condividi e “piaciuti”, le fasce orarie e i giorni in cui si connettono più spesso e molto altro.

In che modo gli Insights possono aiutarti nella gestione della tua pagina Facebook?

Ecco 3 consigli che puoi mettere in pratica:
– Utilizzali per definire la tua audience, studia l’età media dei tuoi follower, il sesso biologico, la posizione geografica, gli interessi ed otterrai le personas a cui rivolgerti quando scriverai i tuoi post;
– Individua le fasce orarie e i giorni in cui ottieni più visualizzazioni e condivisioni e programma i tuoi post in quegli orari. Ricorda che i post sono visibili nella home solo per un certo periodo di tempo, devi riuscire a beccare il momento giusto in cui puoi avere la massima attenzione degli utenti;
– Se hai un piccolo budget a disposizione, individua il post che ha ottenuto più interazioni e sponsorizzalo per un paio di giorni: otterrai grandi risultati in poco tempo e con poche risorse!

Farsi conoscere su Facebook non è semplice: la concorrenza è davvero tanta ed è difficile guadagnare la fiducia delle persone senza sembrare invadente, ma se mettari in pratica questi consigli dovresti riuscire ad ottenere un buon seguito ed aumentare la tua visibilità in poco tempo.

Qualunque cosa tu faccia, ricorda sempre che Facebook non è il posto adatto per vendere i tuoi prodotti ma può essere un ottimo modo per far conoscere la tua attività e portare gli utenti sui tuoi canali esterni (sito web, newsletter, negozio,..) dove potrai fornire le informazioni che desideri.

Se ti è piaciuta questa guida non dimenticare di iscriverti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e bonus esclusivi dedicati a te!
Ricorda che puoi scrivermi in qualunque momento e per qualsiasi cosa qui o via email, cercherò di risponderti in poco tempo.

Alla prossima!

Sì, voglio restare aggiornato!

Sì, voglio restare aggiornato!

Sì, voglio restare aggiornato sulle prossime guide per sviluppatori, le recensioni esclusive e le risorse gratuite di Professione Web Designer.

Sono consapevole che i miei dati non verranno ceduti a terzi ma saranno utilizzati solamente per scopi informativi.

You have Successfully Subscribed!

Related Posts